quarantempo-medici-serie-tv

Questo articolo è stato redatto da Jessica Villa

Si parla spesso di telefilm. Online si trovano altrettante liste delle migliori serie da guardare. 

In questo periodo di quarantena siamo tutti alla ricerca di qualcosa da vedere.

Oggi, per dare ancora più valore al nostro personale medico, vi voglio parlare delle serie ambientate negli ospedali. 

Quante sono? Tantissime!!

Tra le più famose Grey’s anatomy e dr house, ma ne esistono davvero molte. 

Guardarle può aiutare a capire quanto sia stressante lavorare in ambienti così imprevedibili e quanto si debba essere preparati nell’affrontare le emergenze.

Cerchiamo di dare una visione generale di queste serie tv!!

Grey’s Anatomy

Che dire di questa serie?

È la più famosa ed è partita nel 2005. Non è ancora conclusa ed è giunta alla sedicesima stagione. 

Questo medical drama racconta la vita della dottoressa Meredith Grey che intraprende la sua carriera in un ospedale di Seattle. 

Siete curiosi di sapere come va a finire? Immergetevi in questa lunga storia, tra le sue vicende amorose, litigi, e curiosità di medicina!

Dr. House

La serie televisiva più seguita al mondo nell’anno 2008. È partita nel 2004 ed è terminata nel 2012 con la sua ottava stagione. 

Il protagonista è il dottor Gregory House, che lavora a capo di squadra di medicina diagnostica in un ospedale del New Jersey. La curiosità di questa serie è che all’interno di ogni puntata troviamo un caso da risolvere, come nei gialli. La figura del dr. House, ispirata a Sherlock Holmes, che con le sue capacità mediche e deduttive riesce a trovare gli indizi che lo aiutano a salvare i pazienti.

Riuscirà a risolvere tutti casi? Non vi resta che scoprirlo!

The Good Doctor

Questa serie è recente, iniziata nel 2017. Non è ancora terminata e ad oggi è arrivata alla terza stagione.

Il protagonista è il giovane medico Shaun Murphy, specializzato in chirurgia che lavora nell’ospedale del San Jose St. Bonaventure, in California. Il ragazzo ha avuto un’infanzia difficile, non solo a causa del suo autismo.

È una serie che insegna molto sull’autismo e ne fa vedere anche i pregi.

Riuscirà il nostro Shaun ad affrontare la dura carriera di chirurgo con la sua malattia? Staremo a vedere! 

New Amsterdam

Anche questa serie è molto recente. È iniziata del 2018 e ad oggi conta due stagioni. 

Il protagonista è il dottor Max Goodwin che diventa direttore di un vecchio ospedale pubblico degli Stati Uniti. Il suo obiettivo è quello di stravolgere la burocrazia, riformando la struttura per poter garantire assistenza ai pazienti.

Per lui non sarà facile. Siete pronti a scoprire le sue avventure e disavventure?

The Resident

È anch’essa una serie iniziata nel 2018, che ad oggi conta tre stagioni, anche se la produzione della terza è stata interrotta a causa dell’emergenza corona virus.

Il protagonista è il dottor Conrad, dell’ospedale di Atlanta, a cui viene assegnato il nuovo specializzando Devon Pravesh. I due, insieme ad altre dottoresse dell’ospedale, si troveranno ad affrontare delle situazioni molto difficili con altri colleghi.

Riusciranno a svolgere il loro lavoro senza altre preoccupazioni? Siamo in attesa di scoprirlo!

Chicago Med

La serie è uno spin-off della serie Chicago fire e va in onda dal 2015. Ad oggi conta cinque stagioni.

L’ospedale è il Chicago Medical Center, in cui si ritrovano molti dei feriti che si incontrano in Chicago fire.

Nella serie viene raccontata, attraverso una squadra di medici, la realtà molto difficile del pronto soccorso. I casi che affrontano sono ispirati ad eventi attuali. 

Come vivranno queste emergenze i medici? Non ci resta che immergerci nella visione!

Provate a riguardare una serie che avete già visto, la percepite ancora nello stesso modo? Cosa ne pensate delle difficoltà che vivono all’interno dell’ospedale ogni giorno? 

Fanno cose che non saremmo in grado di fare, hanno molto peso sulle spalle. Non sono solo dei bravi medici e infermieri, sono grandi persone!!

Share this post

Leave your thought here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.