distanziamento-sociale-corona-virus-quarantempo

Questo articolo è stato redatto da Davide D’Amico e Davide Candelma

Se dovessi pensare ad un lato positivo di questo buio periodo in cui siamo inevitabilmente costretti a convivere con noi stessi e con i nostri pensieri, sarebbe l’incredibile forza che abbiamo dimostrato nei nostri tentativi di annullare le distanze e stare vicini, in questo modo, ai nostri cari.

Nasce, così, in un periodo di crisi e di forzata lontananza, il fenomeno collettivo delle videochiamate, un fenomeno che non ha età e ci riguarda tutti indistintamente. Di fatto, non ha età il desiderio dell’uomo di accompagnarsi di propri simili, persone senza le quali la nostra esistenza si ridurrebbe ad un soliloquio privo di alcun senso e sbocco.

Annullate le distanze, abbiamo avuto la possibilità di metterci in contatto non solo con le persone che quotidianamente fanno parte della nostra vita, ma anche con i nostri cari che, purtroppo, siamo impossibilitati a vedere così frequentemente.

Insomma, siamo più vicini di quanto mai lo siamo stati in passato.

D’altra parte, il periodo di crisi che stiamo vivendo ci costringe nelle nostre abitazioni, ormai nostra angusta prigione e ciò ci impedisce di entrare in contatto con il resto del mondo, un mondo che come ben sappiamo, è bello proprio perché vario.

Per arrivare al succo, il mio consiglio per non sentirsi soffocare dalle quattro pareti di casa che sembrerebbero farsi sempre più strette, è quello di fare nuove conoscenze, se è possibile addirittura con amici di amici.

È facile cadere nella monotonia in questa quarantena, ma altrettanto facile è trovare nuovi modi di spendere il nostro “quaran’tempo”: per esempio, stringere nuove amicizie, pur restando un gesto semplice si rivelerebbe vitale per spezzare la routine.

Non vi costa nulla aggiungere alle vostre lunghe e noiose chiamate conoscenti o persone con cui non avete poi grande confidenza.

Lo so, il risultato sarà un po’ confusionario ma cosa meglio riassume l’esistenza dell’uomo dell’essenza del caos stessa?

Share this post

Leave your thought here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.