uniti-possiamo-quarantempo (2)

Questo articolo racconta di Uniti Possiamo

Sarebbe bello partire con un “quattro amici al bar” e di come da una semplice discussione davanti ad un caffè o una birra sia nato questo progetto. E invece no, come ben sappiamo, nessun caffè, nessun ritrovo di amici all’aperto. Gli amici però ci sono veramente, e non solo loro!

Il progetto è nato da un gruppo di amici che ha deciso di fare qualcosa per noi, per l’Italia e, per farlo, si è buttato nell’hackathon Hack for Italy, dove ha “incontrato” (virtualmente, capiamoci) altre persone altrettanto motivate con cui formare un team.

C’erano 3 sfide: Save Lives, Save communities, Save Business.

Ahimè, nessuno del settore medico nel team e quindi via che si scarta la prima traccia. Dopo un breve brainstorming, il team decide di buttarsi sulla traccia Save Business. Come era ben noto, tante attività commerciali hanno iniziato a soffrire fin dai primi giorni del lockdown. Basti pensare che servizi come Deliveroo o Foodora sono presenti solo nelle grandi città. E questo solo se parliamo di servizi di ristorazione. Ma pensiamo a tutte quelle altre attività quali edicole, cartoleria, parrucchieri e molte altre. come fanno loro? In sostanza: negozi chiusi, no cash.  

Qual era quindi l’idea?

Quella di creare una piattaforma che permettesse alle attività commerciali di registrarsi e offrire servizi di delivery o voucher da consumare una volta riaperta l’attività. Beh, l’idea è durata circa un paio d’ore. I nostri protagonisti si sono infatti resi conto velocemente che di iniziative come quelle ce ne erano già in circolazione molte e ne stavano nascendo altrettante…ma, come fare a trovarle tutte? Come puo un utente avere una visione completa di tutte le attività che offrono questo tipo di servizi nella propria città?  In teoria, dovrebbe andare a controllare prima la piattaforma A, poi quella B, poi C, e avanti così. E dall’altra, come fa a sapere un commerciante quali sono le piattaforme attive nella propria zona? Quale scegliere?

Cambio di rotta, signori! Il team decide di ripensare alla propria idea e di creare qualcosa che ancora non esisteva.  Nasce così Uniti Possiamo: il primo aggregatore di tutte le iniziative nate sul territorio italiano per aiutare le attività commerciali a superare il periodo di crisi che stanno vivendo a causa del COVID-19. Il tutto ovviamente senza scopo di lucro

Cosa fa esattamente Uniti Possiamo? È un sito che aggrega in un’unica mappa tutte le iniziative a supporto delle attività commerciali (di qualsiasi tipo!), per far fronte alla frammentarietà creatasi e aumentare l’impatto generato. Insomma, un aggregatore che semplifica la ricerca per l’utente e aumenta la visibilità delle offerte proposte dai commercianti. Da una parte infatti, l’utente in cerca di un servizio ha una visione completa di tutte le offerte disponibili nella propria zona, dall’altra un commerciante può scegliere presso quale piattaforma registrarsi.

L’unione fa la forza”…quante volte lo abbiamo sentito dire? Noi ci crediamo veramente, soprattutto ora…da qui il nome “Uniti Possiamo”

Ne sono passate di settimane da quel weekend dell’hackathon, e se ne sono fatti di passi avanti! Sono saltate a bordo nuove persone, italiane sì, ma da tutto il mondo: ci colleghiamo ogni giorno da Milano, Assisi, Amsterdam, New York, Madrid, per citarne alcune. Alcuni di noi lavorano, altri no, ma siamo tutti mossi da un grande senso di responsabilità’ e da una grande voglia di aiutare il nostro Paese a combattere questa crisi.
Sono state mappate più di 20 iniziative sulla mappa: questo porta ad un totale di circa 8000 attività. Siamo apparsi su giornali come La Stampa, TPI, Corriere della Sera, ma non c’è fine all’impatto che possiamo generare.

Abbiamo ancora tanta strada da fare, ma una cosa è certa: prima guadagniamo visibilità, meglio è per tutti i negozianti che stanno affrontando con coraggio questo periodo.

In sintesi, cos’è esattamente Uniti Possiamo?

Uniti Possiamo sono quei negozianti che non si arrendono, che davanti a questa crisi cercano di andare avanti. Perché per loro trovare la via d’uscita è un atto di eroismo.
Uniti Possiamo sono i consumatori che decidono di comprare oggi un servizio di cui usufruiranno domani. Perché ogni acquisto fatto oggi è un atto di solidarietà.
Uniti Possiamo è un team persone che impiegano il loro tempo per trovare una soluzione. Perché impegnarsi per aiutare il prossimo è un atto dovuto.

Share this post

One Comment

  1. I pay a visit every day a few blogs and websites to read articles, but this web site offers quality based articles. Shannon Dalli Iona

Leave your thought here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.